Domenica si è svolto un meraviglioso happening, per ricordare una persona speciale.

Pozzo ha lasciato in tutti noi un grande ricordo, ed è stato bellissimo potersi ritrovare con tanti amici per onorarlo.

Ho rivisto un sacco di amici che per un motivo o per l’altro era parecchio tempo che non avevo il piacere di incontrare. Il sempre imponente e quasi atletico Silvano, Andrea lo scalatore Spera, Bruno Bandana, il maratoneta CattaMax, l’organizzatore Geppe, il grande Speaker Enrico Botter, tra quelli che non vedevo da più tempo. Ed è ovviamente bello vedere gli ormai ex compagni di squadra, il sempre arguto Giulio, l’impegnatissimo presidentissimo Fabio, Paolo Fashion Chiere, Igor Reyer Fuser, Mario “fasso tutto mi” Marcon, Caio occhi azzurri Agressi, Salvatore O Sbirro e tutto il resto della combriccola.

Gli organizzatori hanno fatto veramente un bel lavoro, bravissimi come bellissime le magliette.

Lo spettacolo offerto in campo non è stato esattamente stellare, ma è sempre bello vedere l’entusiasmo di così tante persone non più “in formissima” che indossano maglietta e calzoncini con l’entusiasmo di un tempo.

La mancata vittoria nella finale non rovina la soddisfazione della bella giornata.

Da parte mia direi che è ora di “mettere da parte” l’arte imparata (più o meno) negli ultimi 30 anni della mia vita e dedicarmi ad altro. Un grosso in bocca al lupo a coloro i quali terranno ancora duro quest’anno!

Lascia una risposta